Pota, pota!

Finalmente sole, la neve se ne va e mettiamo mano ai terreni ormai inselvatichiti che dovrebbero far parte del giardino di casa. Una volta, mezzo secolo fa, era un frutteto. C’erano prugne ciliegi meli e peri. Di tanta grazia restano due meli di diversa qualità che sfornano delle ottime mele rosse. Unico inconveniente vanno potati perché avere la frutta a 8 metri d’altezza non è il massimo per la raccolta. Operazione che potrebbe anche ucciderli. Ecco che grazie a Mario che ha preso i “butti” necessari ad innestare delle piantine selvatiche, ed a Pin che le innesterà procediamo al taglio con cuore un pochino più leggero.

Dunque con Piero Giovanni e Pier ci dedichiamo per 3 giorni a tagliare piante morte e ripulire dalle “runze” il terreno. Un lavoraccio in cui si evidenzia una volta di più che “non ci ho il fisico”!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci