La lunga marcia del WiFi (2)

Una prima buona notizia: probabilmente non saranno necessari ponti intermedi tra S. Maurizio (dove attualmente il segnale arriva) e S. Anna (dove dovrebbe essere posizionato il trasmettitore per Sampeyre).

Da un primo calcolo sembrerebbe infatti che i due tralicci si “vedano” direttamente con un margine di circa 20 metri. La cosa andrà ulteriormente verificata ma se confermata ridurrebbe la complessità ed i costi del sistema.

Prossimo passaggio il sopralluogo al traliccio di S. Anna e, soprattutto, alla cabina elettrica alla sua base per una verifica del tipo e conseguente costo di installazione elettrica necessaria.

Annunci

La lunga marcia del WiFi (1)

Dopo la lunga raccolta di firme per smuovere la situazione di stallo digitale in cui versa il nostro Comune, finalmente ci si è riuniti attorno ad un tavolo con Il Sindaco, il Vice-Sindaco ed i rappresentanti della Società BBbell, per analizzare le possibilità, i tempi ed i costi della copertura WiFi del territorio comunale.

Sono emersi due punti fondamentali sui quali lavorare per poter rendere questo sogno una realtà:

Praticabilità economica:
raggiungibile attraverso diverse strategie che verranno approfondite nel prossimo mese di agosto. E’ comunque chiaro che sarà necessario raggiungere un certo numero di adesioni per far si che, a fronte di contratti poco onerosi, sia possibile sostenere finanziariamente la costruzione del sistema.

Praticabilità tecnica:
verranno realizzati calcoli per verificare se e quanti “ponti” siano necessari per portare il segnale dati dal più vicino trasmettitore al sito individuato come trasmettitore finale (il Comune ha suggerito il traliccio già esistente a Sant Anna) che, oltre ad essere già attrezzato allo scopo, coprirebbe l’intero territorio comunale.

Ora che il progetto si può dire partito, voglio ringraziare quanti mi hanno sostenuto ed aiutato a far partire il progetto, raccogliendo le firme e spingendo i cittadini a firmare. Voglio inoltre ringraziare il Vice-Sindaco Mauro Marzanati per averci sostenuto ed aver coinvolto il Sindaco Renato Baralis.

Una volta assicurata la fattibilità tecnica, verrà organizzata dal Comune una serata pubblica (presumibilmente dopo il 15 settembre) in cui verranno presentati il progetto ed i relativi costi e tariffe ipotizzate.

C’è visione e visione

Immaginavo che ci sarebbero state difficoltà nel mettere in piedi il sito del paese, ma pensavo più che altro al reperimento del materiale ed al lavoro per metterlo on line. Invece mi trovo di fronte a complicazioni di carattere non solo pratico ma, cosa ben più grave, di visione e comprensione del mezzo.

Non è cosa semplice. E’ chiaro che si scontrano due tipi di idee. Da una parte quella “chiusa” che crede di poter continuare ancora a lungo con l’immobilismo, con la gelosia delle proprie tradizioni, con l’autosufficienza culturale (ed economica per diretta conseguenza) con il classico “abbiamo sempre fatto così” che è da sempre la grande tara della nostra regione. Dall’altra la “condivisione” che si è dimostrato uno dei più potenti motori della comunicazione e dello sviluppo di questi ultimi anni.

Sono le conseguenze dirette del digital divide che affligge tutti i luoghi periferici del nostro paese in cui esistono cittadini di serie A e di serie B.
La colpa non può dunque essere addebitata a quanti fanno resistenza, vittime di questa divisione, ma all’isolamento della zona dal resto del mondo e del progresso che ne aumentano la distanza non consentendo una “vision” rivolta al futuro.

Non sono certo un sostenitore dello sviluppo selvaggio che caratterizza molte aree dell’Italia e del mondo, ma proprio per questo ritengo che lo sviluppo sostenibile non può comunque fare a meno degli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione.

Personalmente ritengo che spopolamento e marginalità economica siano dirette conseguenze della situazione attuale. Vogliamo invertire la tendenza e valorizzare quanto di bello abbiamo creando opportunità di lavoro ed investimento o preferiamo vedere spegnersi lentamente la realtà che conosciamo? Tutto sta a capirsi. Quali sono gli scopi che si vogliono ottenere? Cosa si ritiene di primaria importanza?

Attendo risposte..