Sampeyre 2.0 – 2 – Infrastruttura


Scenario.
Il web sta ormai coinvolgendo tutti gli aspetti della vita dei cittadini. Anche in Italia, dove gli utenti sono oltre il 60% dei cittadini, gradualmente tutti i servizi stanno migrando sulla rete. Nelle città la velocità di connessione è ormai arrivata a 10-20 Mbit al secondo con i contratti base di Alice ed è previsto che entro il 2012 l’offerta di alcuni fornitori arriverà ai 100 Mbit/sec. In questo scenario anche i servizi che fino a ieri era impossibile fornire passeranno dalla rete. Solo per fare l’esempio più banale, la televisione in HD, con centinaia di canali disponibili oggi raggiungibili solo via satellite (Fastweb già oggi offre i canali di Sky attraverso la rete).
È dunque fondamentale rendersi conto che anche in Italia, pur con le difficoltà legate al nostro essere italiani, si sta marciando nella direzione che il resto del mondo ha ormai intrapreso da tempo. Siamo in ritardo, come sempre, ma anche noi siamo in marcia.

Marginalità e digital divide.
Se l’Italia, almeno intesa come città medio grandi si sta muovendo, le zone marginali come la nostra, che dovrebbero essere le più interessate a poter essere connessi col mondo e con le stesse opportunità di lavoro e conoscenza di chi vive in luoghi meno remoti, sono invece quelle a cui oltre alla marginalità per questioni geografiche si somma anche quella della comunicazione inibendo qualsiasi forma di sviluppo e promozione.
L’ex monopolista (che però essendo proprietaria dell’ultimo miglio ha un ruolo predominante) non ha interesse a potenziare il servizio oggi di basso livello per una questione di numeri ed inoltre le linee disponibili di ADSL sono tutte state assegnate. Dunque, a meno di miracoli, la soluzione attraverso cavo telefonico è da scartare. L’alternativa oggi disponibile è il WiFi. Attualmente in molte zone della Provincia che hanno gli stessi nostri problemi, la cosa è stata risolta attraverso questa soluzione che potenzialmente può erogare a prezzi “umani” una velocità di trasmissione pari ad una linea in fibra ottica domestica base (7-10 Mbit/sec).

La nostra situazione.
Come ben sapete dai miei post precedenti, la lunga marcia del WiFi dei mesi scorsi è partita con il piede sbagliato, pensando che “gratis sia meglio”. Purtroppo la realtà è diversa. Gratis non solo non è meglio, ma finisce per rivelarsi un danno. Quando parliamo di connessione, andiamo a toccare tutti gli aspetti della vita dei cittadini, lo sviluppo dell’economia locale, le opportunità di creare nuovi lavori, lo sviluppo stesso della nostra zona. È quindi importante che la rete faccia parte di un progetto complessivo e ben meditato sul futuro del paese.
Stiamo parlando di un tessuto connettivo pari se non superiore a quello stradale. Non investire in questa direzione è come sostenere che le strade non sono utili..

Cosa ci servirebbe.
È abbastanza facile capire cosa ci servirebbe a livello di infrastruttura per “ridurre le distanze” e giocarci le nostre chance alla pari con il resto del mondo: un WiFi degno di questo nome.
Riassumendo, le caratteristiche che dovrebbe avere la rete WiFi per la nostra realtà sono le seguenti:

  • Copertura del territorio comunale, comprese piste ed abitazioni sul versante sud.
  • Servizio adeguato alle differenze di utilizzo in periodo turistico.
  • Connessioni per i residenti fino a 10 Mbit/sec con banda minima di almeno 640 Kb/sec.
  • Hot spot pubblici nelle piazze del Comune e delle frazioni con accesso gratuito per gli utenti residenti e pagamenti ed accesso facilitati per l’uso occasionale.
  • Connessioni per villeggianti come per residenti ma con tempi e tariffe adeguate all’uso saltuario.
  • Servizio di assistenza ed installazione puntuale.
  • Costi concorrenziali per l’utente.

Queste sono le mie personali conclusioni.
Cosa ne pensate?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...