Diavolo! Ancora neve!

50 cm. in una giornata

Andiamo bene. Era prevista neve, ok, ma siamo già a mezzo metro di neve farinosa, leggera e volatile, che però ha l’inconveniente di creare delle patine scivolosissime al di sotto.

Stamattina sono sceso per andare in paese, giusto un quarto d’ora dopo che era passato lo spazzaneve. Sono sceso senza problemi, anche sul traverso in contropendenza dove di solito si “stringe” sempre un po’. Poi, dove non te lo aspetti, dove di solito non ci sono pericoli, sotto la casa del Pin al Puy inferiore ecco che la macchina allarga pericolosamente il tornante e sfiora il ciiglio della strada. Strizza!

Ma non basta. Poco dopo, arrivando a Sampeyre affronto la curva della circonvallazione ai 40 all’ora, con 2/3 cm. di neve ed ecco che faccio una bella serie di testacoda, sfiorando muretti in pietra e guardrail. Strizza bis!

Inutile dire che al ritorno ho montato le 4 catene (grazie al Comune che ha uno spazio coperto accessibile che si presta a questo genere di interventi) e sono salito senza problemi.

Annunci

Il podcast più lungo del mondo

Registrata e trasmessa martedì 29 dicembre 2009
dalla vettura del wemma e susseguentemente dal buen retiro del presidente del radio nk fan club.
Record di durata di radio nk, forse record italiano, forse record del mondo.

842′ 42″ [mica cotiche]

Se avrete la pazienza di ascoltare il file del poccast che vi stiamo presentando noterete che il minutaggio indica 846 minuti e 42 secondi. Non è un errore tennico, il podcast dura veramente quattordici ore, sei minuti e quarantadue secondi. Al momento non possiamo confermare che si tratti del più lungo podcast mai pubblicato nel mondo, e neppure in Italia, ma se non lo è pergiuda ci abbiamo provato duro.
Siamo partiti da casa del Wemma alle dieci e quaranta di una mattina uggiosissima, iniziando subito uno streaming via cellulare dall’auto, che si è protratto per cinque ore e mezza circa, giusto il tempo di compiere il tragitto alfonsine (ra) –> puy (cn) di circa 490 km; appena arrivati, sempre senza interruzioni, abbiamo trasferito il computer all’interno della casa del nostro più caro presidente, allestendo sempre dal vivo un ministudio al suo interno, e, collegandoci alla rete di casa sua (che se aveste visto il luogo vi domandereste come abbia potuto arrivare là una linea adsl) abbiamo continuato a parlare e parlare e mangiare e parlare fino all’una e mezza di notte, superando ogni record di radio nk e forse superando di gran misura la sottile linea che divide il gusto della sfida dalla dolce follia melanconica.
Come prevedibile è impossibile anche solo tentare di raccontare cosa racchiude il file audio, ma vi garantiamo dal profondo del cuore che contiene più di quattordici ore di discorsi vani ininterrotti.

Ringraziamenti fondamentali: alla famiglia del wemma, per averci concesso l’uso dell’auto e per la cortesia generale dimostrataci; a Tiziana in specifico per motivi che noialtri sappiamo bene; alla polizia stradale italiana per NON averci fermato e costretto a spiegazioni imbarazzanti, al presidente del radio nk fan club perchè è grazie a gente come lui se le cose nel mondo succedono. A chiunque ci abbia offerto assistenza ed appoggio. Ai nostri ascoltatori e fan, uomini che fecero l’impresa.

Vado a vivere in montagna!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: